Lettera del presidente dell’Onb, Vincenzo D’Anna, ai Biologi Nutrizionisti

0
41

Gentili Colleghi,

sono consapevole delle difficoltà professionali ed economiche che le restrizioni imposte dall’emergenza da Covid-19 hanno determinato, specialmente per le attività ambulatoriali.

È ferma intenzione del Consiglio dell’Ordine adottare una serie di iniziative a sostegno del Vostro comparto, che è tra i più danneggiati. Confidiamo anche sulla collaborazione che chiederemo di fornire all’Ente di Previdenza dei Biologi ed alle autorità Governative. Tuttavia, scomparsi i limiti ed i divieti, occorre ritornare nell’alveo della normalità. Vale a dire nel rispetto della regole scientifiche e delle idonee procedure sanitarie in grado di consentire al professionista di rilevare de visu tutti i parametri antropometrici ed i vari indici corporei attraverso le rilevazioni dell’impedenza. Bisogna acquisire, dal colloquio col paziente, informazioni anamnestiche, oltre a sottoscrivere il contratto come per legge. Procedure ineludibili e conformi anche al codice deontologico.

Derogare, senza motivi, alle idonee procedure significa avallare l’azione di chi viola i principii del corretto svolgimento dell’attività professionale. Giova ricordare che la maggior parte degli abusivi, dei millantatori e dei venditori di fumo utilizza il sistema delle diete on-line, com’è ben noto agli uffici preposti ed al sottoscritto che opera indefessamente per il contrasto a tali illecite attività. Continuare in tale pratica illegittima significherebbe cancellare la qualità e la capacità del professionista a vantaggio di mirabolanti messaggi pubblicitari tanto anonimi quanto mendaci. Sono a conoscenza, in queste ore, di molte proteste da parte di colleghi che hanno in corso pratiche on-line e prenotazioni già effettuate. Vorrei far leva sul buon senso e sulla necessità di dover tutelare la Vostra professione che stiamo sostenendo anche attraverso iniziative legislative e normative.

In via del tutto eccezionale ed in considerazione delle sole pratiche e delle prenotazioni già in corso, assumendomi la responsabilità del caso, autorizzerò con apposito decreto presidenziale una deroga fino al 30 giugno 2020 per completare le attività in corso. Giova precisare che dal 1° luglio sarà ripristinata la norma deontologica e saranno denunciati tutti i comportamenti difformi dalle linee guida emanate in proposito dall’Onb.

 

Distinti saluti.

 

Sen. dott. Vincenzo D’Anna

Presidente dell’Ordine Nazionale dei Biologi