Coronavirus, studio Emilia-Romagna su polmoniti gravi: “Farmaco riduce mortalità del 75%”

0
13

Se il Tocilizumab non ha mostrato efficacia nella terapia delle forme meno severe di Covid-19, come emerso alcuni giorni fa dopo il pronunciamento di Aifa, ora uno studio tutto emiliano-romagnolo ha dimostrato che su un campione di 544 pazienti affetti da polmonite severa il farmaco ha ridotto la mortalità del 75%, portandola dal 20% al 7%.

Lo studio, coordinato dalla prof Cristina Mussini dell’Università di Modena e Reggio Emilia, direttrice della struttura complessa di malattie infettive dell’azienda ospedaliero-universitaria di Modena, è stato pubblicato sul numero del 23 giugno della rivista specializzata ‘The Lancet Rheumatology’. Al momento, fanno sapere gli addetti ai lavori, si tratta dello studio su pazienti con polmonite grave più importante al mondo, per quanto riguarda numerosità e metodologia statistica.

L’articolo completo su www.bolognatoday.it