Il nuovissimo orologio al radiocarbonio che aiuterà gli scienziati a svelare i segreti del passato

0
31

Un gruppo internazionale di ricerca, che ha coinvolto anche l’Università di Bologna, ha messo a punto nuovi standard per le datazioni al radiocarbonio che permettono di datare reperti risalenti fino a 55.000 anni fa con una precisione fino ad oggi impensabile.

La capacità di datazione di oggetti antichi, risalenti fino a 55.000 anni fa, raggiunge un alto livello di precisione grazie al lavoro di un gruppo internazionale di scienziati che ha permesso di migliorare sensibilmente l’accuratezza della curva di calibrazione per le datazioni al radiocarbonio. Un progetto – a cui ha partecipato anche l’Università di Bologna – portato avanti per sette anni e realizzato grazie all’analisi di oltre 15 mila reperti.

L’articolo completo su www.magazine.unibo.it