L’abbraccio fatale di una coppia di mostri

0
13

Due buchi neri, centinaia di milioni di volte più massicci del Sole, separati da una distanza soltanto mille volte più grande di quella che intercorre tra la Terra e la nostra stella, e legati in un’inesorabile danza di avvicinamento che, dopo alcune centinaia di migliaia di anni – o forse qualche milione – li porterà a collidere e fondersi, creando un corpo ancora più massiccio e producendo un picco di onde gravitazionali.

L’articolo completo su magazine.unibo.it