Ictus: la Neurochirurgia del Maggiore non si ferma e rilancia con interventi all’avanguardia

0
10

L’attività della Neurochirurgia dell’Ospedale Maggiore non si ferma e si specializza su tecniche di intervento in urgenza per ridurre il rischio di danni neurologici ai pazienti più gravi colpiti da ictus ischemico. “Grazie al lavoro di tutti i miei collaboratori, la Neurochirurgia non si è fermata nella fase più acuta del Covid così come non si ferma adesso nella fase di ripresa dei contagi, perché le patologie che seguiamo purtroppo non si fermano”. A parlare è Ermanno Giombelli, direttore della struttura di Neurochirurgia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria di Parma. L’ictus è, infatti, una delle principali cause di morte o di grave invalidità a lungo termine e un intervento mirato e tempestivo è fondamentale per ridurre il rischio di danni neurologici per i pazienti.

L’articolo completo su www.parmatoday.it