L’Emilia-Romagna potrebbe presto avere un impianto innovativo per la gestione dell’amianto

0
11

È a Valsamoggia (BO), in località Rio Vulpazzalungo, che la tecnologia per l’inertizzazione di amianto mediante applicazione di microonde messa a punto dall’Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia potrebbe concretizzarsi grazie a un’iniziativa di Unirecuperi. L’azienda, entrata da pochi mesi all’interno della galassia Iren, prima della pausa estiva ha infatti presentato alla Regione Emilia Romagna l’istanza di avvio del procedimento di Via per un innovativo impianto di smaltimento rifiuti non pericolosi e rifiuti contenenti amianto. 

L’articolo completo su www.greenreport.it