I disturbi della coscienza

0
59

Nell’ambito del congresso SIN è stato promosso un simposio congiunto con la Società Italiana di Neuropsicofisiliogia e Neuroscience cognitive (SIPF) dedicato ai disturbi della coscienza.

Le innovazioni più interessanti nell’ambito della ricerca sui disturbi della coscienza riguardano l’impiego di strumenti diagnostici avanzati in grado di scovare nei nostri pazienti quella che viene definita covert cognition, cioè residui di attività cognitive “coperte o nascoste” a un esame solo clinico.

L’articolo completo su www.insalutenews.it