Le varianti sudafricana e brasiliana riducono l’efficacia degli anticorpi di guariti e vaccinati

0
31

Le varianti sudafricana e brasiliana del coronavirus SARS-CoV-2 riescono a eludere completamente un anticorpo monoclonale utilizzato come terapia nei pazienti con COVID-19, inoltre vengono inibite solo parzialmente dagli anticorpi neutralizzanti, sia quelli prodotti dai guariti dall’infezione naturale che quelli derivati dal vaccino. In altri termini, queste varianti emergenti presentano un certo grado di resistenza contro l’immunità naturale e quella scaturita dai farmaci, pertanto possono rappresentare un serio ostacolo nella lotta alla pandemia, entrata nel vivo proprio grazie all’avvio della più grande campagna vaccinale nella storia dell’umanità. Fortunatamente la variante inglese viene contrastata efficacemente sia dagli anticorpi monoclonali che da quelli neutralizzanti.

L’articolo completo su scienze.fanpage.it