La teoria dei codici in aiuto delle biotecnologie

0
89

Un gruppo di studiosi del Dipartimento di Scienze Statistiche “Paolo Fortunati” e del Dipartimento di Farmacia e Biotecnologie dell’Università di Bologna e dell’Istituto per la microelettronica e i microsistemi del Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr-Imm) ha trovato un collegamento tra i cosiddetti codici circolari (codici che permettono l’identificazione del corretto frame di lettura, ovvero consentono di leggere correttamente sequenze di parole concatenate fra loro senza bisogno di segnali di inizio e fine parola) e i livelli di sintesi delle proteine. Questi risultati possono condurre alla definizione di nuovi strumenti universali per l’ottimizzazione di sequenze genomiche in applicazioni di bioinformatica e biotecnologie. Il lavoro è stato pubblicato su Scientific Reports, rivista del gruppo Nature.

L’articolo completo su magazine.unibo.it