Alla ricerca dei geni legati alla forma grave di COVID-19

0
57

Dallo scorso maggio, diversi gruppi di ricerca in tutto il mondo stanno passando al setaccio i genomi di oltre 100.000 persone affette da COVID-19, nella speranza di trovare indicazioni genetiche su quali siano i pazienti che saranno colpiti in modo più grave dal contagio del virus SARS-CoV-2. Da questo lavoro sono emerse una dozzina di varianti genetiche che presentano una forte associazione statistica con la probabilità che il soggetto sviluppi COVID-19 e si ammali in forma grave, come riferiscono i ricercatori in un’analisi riepilogativa pubblicata di recente su “Nature”.

L’articolo completo su www.lescienze.it